Annunci online



24 settembre 2007
Bowling a Columba

di Esse Emme 



olonia – Il Cardinale Joachin Mesner ha presenziato in pompa magna all’apertura della nuova ala del museo di arte religiosa “Kolumba”, un complesso di edifici che espongono “due millenni di cultura occidentale”.  Ed è di nuovo polemica. Nel discorso che precede il consueto taglio del nastro, di fronte all’edificio progettato dall’architetto Peter Zumthor, il porporato ha spiegato con semplici parole il rapporto tra arte e sacralità non solo rispetto al passato, ma come linea guida per il futuro: “Quando la cultura si distacca dal culto e dalla venerazione di Dio, il culto si irrigidisce nel ritualismo e la cultura degenera”. Il Cardinale Mesner non è nuovo ad attacchi sistematici contro qualsiasi cosa si distacchi dalla cultura cristiana. In una intervista rilasciata per “Il Tempo”, l’undici marzo del 2006, il porporato aveva tuonato contro la crisi spirituale dell’Europa, accusando un ritorno dell’”ateismo come nuova forma di religione” e soprattutto contro l’insegnamento del Corano come alternativo agli insegnamenti cattolici nelle scuole (pubbliche). Il 4 settembre scorso invece era il Times di Londra a criticare il cardinale dopo che aveva bloccato il contratto con uno dei più famosi artisti su vetro viventi che stava disegnando delle vetrate per il nuovo museo di Colonia: “Ci devono essere dei santi altrimenti i tuoi vetri li puoi regalare a una moschea” avrebbe detto senza mezzi termini all’artista considerato il Picasso del 21° secolo. Insomma, cose semplici. Cristo, l’ultima cena, a volersi proprio allargare un San Giorgio che uccide il drago giusto per ricordare la vittoria della fede cristiana nel mondo. In fondo – se non si fosse capito bene il discorso di Mesner “non dimentichiamo che esiste un nesso irrinunciabile tra la cultura ed il culto”.  

CHE C’E’ DI MALE? – Il museo è mio e me lo gestisco io, potrebbe essere la ragione principale con cui “scusare” il cardinale. Ma non è così. Per prima cosa una buona parte dei soldi arrivano anche dallo Stato tedesco. E poi forse non è il caso di fare certi paragoni in una società laica come la Germania. Non stupisce dunque, almeno da queste parti, la reazione immediata di Hans-Heinrich Grosse-Brockhoff, vice ministro della cultura del lander della Nordreno-Westfalia, appartenente al partito CDU – I cristiano-democratici tedeschi: “e' spaventoso il fatto che il cardinale Meisner si sia lasciato andare ad un tale linguaggio e cio' dimostra che egli non ha alcuna cognizione della cultura e dell'arte". Ce lo vedreste voi Francesco Rutelli a criticare le parole di un Bagnasco, di un cardinale, o di un semplice prete di campagna che se la prende contro un’arte “non al servizio di Dio”? Le cose, fortunatamente per i tedeschi, vanno in maniera diversa nonostante abbiano vinto l’ultimo campionato del mondo del Conclave e abbiano sullo scranno più alto del Vaticano un loro concittadino.

VI RICORDA QUALCUNO? - Josef Goebbels, ministro della propaganda
nazista, è stato uno dei più famosi esempi di “attacchi all’arte degenerata”. Tutto ciò che non si conformasse alla cultura e ai canoni estetici nazisti veniva sequestrato, requisito, bruciato. Solo nel 1933 secondo una stima consolidata da più parte dei storici, scomparirono 16 mila opere d’arte moderne e contemporanee dalla nuova Germania. Sempre tedesco era, se volessimo cercare punti di vicinanza. Ma basterebbe il fine identico a far imbiancare i capelli. Forse una qualche telefonata è giunta alla cattedrale di Colonia, forse semplicemente gli sono un po’ fischiate le orecchie. Fatto sta che in serata, sull’emittente radiofonica in lingua tedesca “Domradio”, è voluto intervenire per correggere, per spiegare. “Volevo solo affermare che se vengono separate arte e cultura, sono entrambe a soffrirne” ha farfugliato il Cardinale, che poi avrebbe aggiunto – ma la linea era caduta o era stata tagliata in tempo – “sono stato frainteso e le mie parole estrapolate dal contesto da giornalisti comunisti, come dice sempre quel comico italiano che appare sempre in tutte le televisioni”.

Vota questa notizia




post<li>
avviso: a causa dei soliti problemi della piattaforma "Il cannocchiale"
il counter dei commenti potrebbe non essere aggiornato



11 giugno 2007
GIORNALETTISMO UNDER ATTACK!

di Gregorj & Loska 


Avrete sicuramente letto del vile atto intimidatorio contro la persona e a santità incontrovertibile di Mons. Angelo Bagnasco registrato appena ieri. Un mitomane ha inviato al segretario della Cei tre proiettili "del tipo utilizzabile con comuni carabine, normalmente usate anche per specifici tipi di caccia", e una lettera. Di questa è trapelata una frase: "Io ti ucciderò", e anche il seguito "sei troppo stupido per vivere", che ha gettato pesanti ombre su chi possa esserne l'autore. Ebbene: sembrerà incredibile, ma una cosa simile è successa anche a noi di Giornalettismo, che sempre ieri abbiamo ricevuto un plico dal contenuto simile: bossoli d'arma da fuoco e un'inquietante e delirante missiva che vi proponiamo. Per farvi capire. Per farvi capire tutto. Ma proprio tutto-tutto-tutto.



Il vile attacco proditorio e infame nei confronti di un'istituzione ormai ben più che annuaria, che rappresenta una guida pastorale per le pecorelle smarrite del web, però, non ci intimidirà. Continueremo a diffondere il Verbo come abbiamo sempre fatto, per indicare al mondo la giusta via. Continueremo ad aiutare i poveri, i derelitti e gli oppressi come abbiamo sempre fatto (a tal proposito, vi ricordiamo di devolverci, come ogni anno, l'otto per mille: è per una giusta causa). E continueremo a fare shopping nei negozi d'ermellino, perché solo attraverso l'eleganza è possibile raggiungere la grazia. Ci accusate di essere dei bugiardi, dei criminali, solo perchè avete paura di quello che diciamo. Solo perchè chiediamo cose giuste, che miglioreranno il mondo. Questo è terrorismo! Ma noi non ci fermiamo, combatteremo sempre. Anzi, proprio per quello che avete tentato di fare, ci batteremo con più forza. E' una promessa. E questa minaccia arrivata via mail ci fa orrore come il cacio sui maccheroni.


Campagna "Sostieni Giornalettismo contro l'oscurantismo dilagante"


Scarica il banner ed inseriscilo sul tuo blog.


Vota questa notizia!




post<li>
avviso: a causa dei soliti problemi della piattaforma "Il cannocchiale"
il counter dei commenti potrebbe non essere aggiornato






1 visite totali





Post per autori:
Gregorj
Loska
Ag
Dinophis
Ricchiuti
Cagnaccio
Esse Emme
Kuros
Galatea
Cristian Corrini
Prostata
Aioros
Merchesa
Marblestone
Gregorj & Loska
Gregorj & Ag

Avvertenza:

Leggere questo blog almeno
in parte, prima di petare nei
commenti, grazie!












Links

Le nostre pillole
Eio
Stampa rassegnata
Watergate
La voce del padrone (boh...)
PersonalitàConfusa
Il blog di Lia Celi
Daw
Makia
Comicomix
Nome del Blog!
Bolina
Calibano
Pensatoio
Tittyna
Noantri
Sw4n, quello vero
Virtualblog






Powered by FeedBlitz

Blog authority

View blog reactions

Technorati Profile

Add to Technorati Favorites



 [valid rss]

  
 
 BlogItalia.it - La directory italiana dei

     blog
 Antipixel di SocialDust Blog

     Aggregator
 Politics Blog Top Sites

 
 Subscribe in NewsGator Online
 Add to Google


MacchianerAward 2006: Nomination




Creative Commons License



 
[Sfoglia l'archivio - Novembre]
agosto        ottobre