Annunci online



31 luglio 2007
Al broglio, al broglio

di Gregorj 


on si smentiscono mai, loro, La Casta, il Potere. Quei maledetti politici burocrati attaccati alle poltrone hanno pesantemente sabotato la campagna di raccolta delle firme per Confuso leader del Partito Democratico, facendo così non solo torto a lui ma anche ai più di TRE MILIONI di italiani (due milioni novecentomila sessantasette secondo la prefettura) che avevano firmato per rinnovare davvero il volto del vertice politico. Un plebiscito, confermato da più di 15 milioni di email, 2 miliardi di sms e addirittura due righe sul Messaggero (la sette e la otto). Noi sapevamo che sarebbe andata a finire così, e perciò abbiamo registrato e verificato ogni passo dell'iter di raccolta delle firme. Guardate qui: prima che i dati arrivassero al terminale finale - dopo un casuale passaggio per il Viminale - da Tre milioni sono diventate poco più di trecento!!!


[clicca per ingrandire le prove fotografiche del broglio infame]


LE REAZIONI - E' una vergogna, d'altronde in molti ci avevano detto che gli altri candidati non vedevano di buon occhio la nostra candidatura (velleitaria, l'hanno definita, ed ecco il risultato dei loro biechi e torbidi complotti). Ma noi non ci arrendiamo: Personalità Confusa, raggiunto telefonicamente a Sharm El Sheik dove stava terminando la raccolta delle preferenze, ha commentato "Hanno creato un clima infame, non vale, è un complotto dei poteri forti, e infatti ho già ricevuto un fantastiliardo di email che mi manifestano solidarietà. E' tutto un magna magna, i politici non fanno altro che andare a puttane e drogarsi, chiederemo che le primarie siano annullate e che Veltroni venga deportato in Africa!". Il comitato elettorale, intanto, si interroga su quale potrebbe essere stato l'errore nella strategia che ha portato a un risultato lusinghiero, sì, ma non bastevole. Forse l'aver piazzato un banchetto di raccolta firme nella Route 66, dove di italiani ne passavano pochi ma di Tir invece tantissimi. Oppure l'aver mandato il Confuso a raccogliere firme all'ombra del Colosseo, sfidando Veltroni in casa propria. Forse un'azione troppo provocatoria, che ha scatenato la reazione di un gladiatore, che l'ha preso a spadate in faccia. Oppure ancora l'aver sfidato Papa Ratzinger, o i canguri, o Putin, oppure ancora i terribili pesciaroli napoletani.



STARS FOR CONFUSO - Di certo non c'era alcun errore nel programma elettorale. Che, ricordiamolo, proponeva l'abolizione dell'Ici su tutti i blog, la distruzione di San Marino e l'annessione dell'Italia al Vaticano (o era il contrario?). Ma soprattutto: mezzo link a chiunque firmasse (l'altra metà veniva erogata a elezione avvenuta). Insomma, con un programma così inattaccabile, chi vuoi che ti si metta contro? E infatti molte erano le firme illustri che avevano aderito: Justfrank; Swampthing, che ha rinunciato per una volta ai suoi idoli, gli anarcoinsurrezionalisti; Ray Charles e Stevie Wonder, che però non vedevano dove si metteva la sigla; Parco Mannella, Alinolfo e Rosobindo; la prestigiosa Bancarella popolare di Leuca; Benedetto XVI; Claretta Petacci; Rita Levi Montalcini; Mister X di Comicomix; Iva Zanicchi, Babbo Natale e la Befana; Silvio Berlusconi; Vincenzo Russo (chi cazz'è, direte voi? Noi sappiamo); Jonathan Livingstone con tutti i gabbiani; Angela Padrone, giornalista del Messaggero; Carlo Felice Dalla Pasqua; Karl Marx; Francesco Fullone; occhidaorientale e tanti, tantissimi altri.

NO PASARAN! - E noi continueremo questa lotta, "in Parlamento e nel Paese!", come dicono quelli bravi. Contribuisci alla causa del Confuso, è la tua Patria che te lo chiede. Basta lamentarsi, è il momento di agire: continuate a firmare e far firmare, continuate a scrivere post sul Vero e Unico Candidato dei Bloggers ed esponete questo bannerino di denuncia nei vostri blogs. Insieme possiamo farcela. We care, we trust, we want you e tutto il resto. Personalità Confusa: accattatevillo!



p.s.: ricordiamo che, come era scritto chiaramente nelle righe piccole in cirillico in calce alla petizione, chiunque firmava si impegnava anche a versare un contributo di 500 euro a prescindere dal risultato della raccolta. Siete pregati di invitare vaglia, accrediti e contributi al seguente account Paypal...

Vota questa notizia




post<li>
avviso: a causa dei soliti problemi della piattaforma "Il cannocchiale"
il counter dei commenti potrebbe non essere aggiornato



25 luglio 2007
Qui ci vuole l'uomo forte

di Gregorj 


o sapete tutti: la situazione è grave, ma non seria. E c'è bisogno di scendere in campo. No, non noi. Prima che tutto vada in vacca, per il Partito Democratico - e per l'Italia - ci vuole l'uomo forte. Ci vuole qualcuno fuori dai giochi, ma che sia in grado di sparigliare il tavolo, e sappia apportare il proprio contributo per un paese più libero e più giusto. E ci fermiamo qui soltanto perché abbiamo terminato le frasi fatte.

LA RICHIESTA - E' per questo che abbiamo deciso di chiedere a PersonalitàConfusa di candidarsi alla guida del Partito democratico. Il Confuso ha tutto quello che serve per farcela. Innanzitutto, non ha un volto. E con tutte le facce di merda che si candidano, questo non può che essere un vantaggio. Poi, ha un nickname e non un nome. E con tutti i nomi orrendi che vanno per la maggiore, non possiamo non esserne felici. In più, il Confuso è un blogger e non ha un programma. E quindi nessuno potrà mai dirgli di no, perché questo significherebbe che si è contro i gggiovani, contro il futuro, e contro la Rete che, si sa, è il network che tremare il mondo fa. Indipercui, il Confuso batterà Veltroni con distacco nella corsa. Noi ne siamo sicuri, sicurissimi. E' bastato scambiare due parole con lui per convincercene. Due mesi fa gli abbiamo chiesto: "Confù, tu che ne faresti del tesoretto, i 7,5 miliardi di euro di disavanzo fiscale che il Governo non sa come spendere?". E lui ha risposto: "Voi accreditateli tutti sul mio conto corrente, e io li darò ai gggiovani" (state ridendo? Guardate che qualcuno una cosa del genere l'ha detta davvero). Ecco, cari voi. Come potete dire di no ad una così fine intelligenza politica?

SOSTIENICI - Sperando che il Confuso accetti la nostra proposta - perché noi, con lui, non ci siamo parlati prima di questo post, ve lo giuriamo così come vi giuriamo che stanno già arrivando migliaia di email e sms a sostegno della nostra iniziativa - noi abbiamo deciso di pubblicare fin da ora una petizione on line per raccogliere le 3000 firme necessarie per la sua candidatura entro il 31 luglio . Firmate tutti, ed esponete questo bannerino cretino e dalle dimensioni improbabili che contribuirà a scazzinare il template del vostro blog. E' l'Italia che ve lo chiede. E quando la patria chiama, chi non aderisce alla lotta è un gran fijo de 'na mignotta. E poi, chi vola vale, chi non vola è un vile. Ricordatevene quando entrerete nell'urna elettorale.

Ecco la petizione per portare PersonalitàConfusa nell'alveo dei candidati per il PD, insieme a Veltroni, Letta, Rosy Bindi, Adinolfi, Gavazzoli Schettini e Pannella (?). Corri a firmare! Abbiamo bisogno di 3mila firme entro il 31 luglio! E passaparola anche a tutti i tuoi amici e parenti

PETIZIONE ON LINE - FIRMA QUI E SBRIGATI!

edit:
CONFUSO HA ACCETTATO!

firmate, firmate, firmate!


Copiate questi banner nel vostro blog per sostenere la raccolta firme! Presto!

Banner per i Sostenitori/soci Benemeriti



Banner per i Sostenitori/soci semplici




post<li>
avviso: a causa dei soliti problemi della piattaforma "Il cannocchiale"
il counter dei commenti potrebbe non essere aggiornato



25 luglio 2007
Anche io voglio il PD!

di Galatea 


oleva più candidature, desiderava una competizione vera. E come sempre, quando non vuoi veramente una cosa, te la danno subito. Quindi ora Walter Veltroni si ritrova in lizza contro tutti: Enrico Letta, Rosy Bindi, Mario Adinolfi, persino Marco Pannella. E non finisce qui: siamo in grado di anticipare altri personaggi di spicco che annunceranno la loro candidatura alla segreteria PD.

I CANDIDATI - Giorgetto Burattini: volto nuovo della politica, ha solo tre anni e mezzo. Non ha fatto nulla di memorabile, parla un italiano approssimativo, intercalato da piccoli singulti incomprensibili, e quindi è assolutamente alla pari con gran parte dei politici adulti. Ha un’innata capacità di fare girotondi, il che dovrebbe consentirgli di calamitare i voti dell’ala movimentista. Enuncerà il suo programma politico non appena riusciranno a strappargli di bocca il ciuccio, ma lo slogan scelto dal suo team (la tata Francesca e nonna Elisabetta): “pù jochi pe tutti” ha già riscosso il plauso di numerosi economisti di grido.

Pier Carlo Virtuale (per gli amici PC): blogger new generation, gestisce novantasei siti,
quattro giornali on line e diciotto blog, che aggiorna il tempo reale, e tutto questo non avendo un accidenti da dire. Il suo post più letto è quello in cui commenta il suo nuovo taglio di capelli (“FIGOOOO!”), ripreso sia dal Riformista che da il Foglio. Molto noto è anche il post di insulti per un ritardo del suo volo alla Malpensa: gli costò una querela da parte dell’aereporto, perché il volo non era in ritardo, era P.C. Virtuale che dopo aver comprato i biglietti su internet, aveva sbagliato città. La sua candidatura è stata appoggiata dal suo amico blogger Iacopo Pod (noto come I.Pod), che però vota a destra e quindi non serve in questo frangente, e da Marcello Piero Tre (M.P.Tre), che però non vota, perché è rimbecillito dal ritorno delle cuffiette.

Conte Vlad detto Dracùl: Dopo anni passati all’ombra di Visco – è stato l’ispiratore delle sue teorie sul prelievo fiscale – è uscito dal suo castello in Transilvania e ha deciso di candidarsi apertamente. La campagna elettorale si svolgerà esclusivamente di notte, con rave party scatenati nei cimiteri di tutta Italia, che calamiteranno frotte di giovani alternativi. E’ il candidato ideale delle frange laiciste più convinte: non appena vede un crocifisso, urla come un ossesso.

Bella di Brutto:
ex velina, ex letterina, ex morosa di una decina di
calciatori di serie A, Bella di Brutto vanta quattro anni di partecipazioni alle trasmissioni di Costanzo, e ora vuole mettere a frutto la sua esperienza pluriennale di risse ed insulti a caso, occupandosi di politica. Potrebbe intercettare i voti di qualsiasi corrente. Soprattutto nuda.

Adolf Hitler: l’ex leader del partito Nazional-Socialista è tornato con una dichiarazione alla stampa: “Mi sembra che i tempi siano maturi…”. Quando gli hanno chiesto perché candidarsi per la segreteria PD, la risposta è stata: “Beh, a destra no, Calderoli è troppo!”. La candidatura di Hitler ha suscitato numerose perplessità nel PD, soprattutto nell’ala cattolica. Perché Hitler viene, appunto, dal partito Nazional-Socialista, e i teodem hanno già fatto sapere che il “nazional” glielo passano, ma il “socialista” proprio no.

Vota questa notizia




post<li>
avviso: a causa dei soliti problemi della piattaforma "Il cannocchiale"
il counter dei commenti potrebbe non essere aggiornato






1 visite totali





Post per autori:
Gregorj
Loska
Ag
Dinophis
Ricchiuti
Cagnaccio
Esse Emme
Kuros
Galatea
Cristian Corrini
Prostata
Aioros
Merchesa
Marblestone
Gregorj & Loska
Gregorj & Ag

Avvertenza:

Leggere questo blog almeno
in parte, prima di petare nei
commenti, grazie!












Links

Le nostre pillole
Eio
Stampa rassegnata
Watergate
La voce del padrone (boh...)
PersonalitàConfusa
Il blog di Lia Celi
Daw
Makia
Comicomix
Nome del Blog!
Bolina
Calibano
Pensatoio
Tittyna
Noantri
Sw4n, quello vero
Virtualblog






Powered by FeedBlitz

Blog authority

View blog reactions

Technorati Profile

Add to Technorati Favorites



 [valid rss]

  
 
 BlogItalia.it - La directory italiana dei

     blog
 Antipixel di SocialDust Blog

     Aggregator
 Politics Blog Top Sites

 
 Subscribe in NewsGator Online
 Add to Google


MacchianerAward 2006: Nomination




Creative Commons License



 
[Sfoglia l'archivio - Novembre]
giugno        agosto