Annunci online



12 ottobre 2007
Primarie 2.0

di Gregorj & Loska 


enza nessuna pretesa di scientificità, visto che è tempo di sondaggi e referendum, anche noi abbiamo deciso di farne uno. E abbiamo scelto le primarie del Partito Democratico, andando a chiedere ad alcuni blogger (che stimiamo per vari motivi che non stiamo qui ad elencare) se sarebbe andati a votare e chi avrebbero scelto. Ecco i risultati.

PRIMO GIRO - Eiochemipensavo dice che ha scarso interesse per la consultazione, ma che se proprio dovesse, voterebbe per Personalità Confusa, che, come qualcuno forse ricorderà, noi avevamo candidato ufficialmente qui, e la cui avventura politica e finita così. Il mitico Claudio Sabelli Fioretti ci ha detto che ha scelto Mario Adinolfi. Personalità Confusa, ancora scottato per i brogli che l'hanno eliminato dalla corsa, dichiara invece: "Quando sarebbe questa cosa delle primarie? Dove la fanno? ma come funziona? ti danno una scheda e sopra ci puoi scrivere quello che ti pare o ci sono le faccine di adinolfi e veltrone e tu devi metterci la croce sopra? Boh, magari sì. Ma non voto nessuno, vado solo per far numero e far dispetto a tutti i giornalisti che si aspettano che non ci vada nessuno." I Comicomix dicono: "Andremo a votare quasi tutti. Quelli che andranno a votare di noi, voteranno in maggioranza per Veltroni; mentre uno di noi voterà per la Bindi ( a causa della presenza nella sua lista di un esponente locale molto in gamba).
Chi non va a votare, non ci va perchè a di là delle eventuali buone intenzioni, la "deriva democristiana"  del nuovo Pd è troppo forte e non intende parteciparvi. Anche se gli altri (la cosiddetta sinistra radicale) fanno di tutti per non darti alternative". Quel misantropo di Mthrandir invece dice: "Ah, io ci andrei, ma non mi vogliono! Se potessi, voterei Gavazzoli Schettini". Probabilmente lo hanno convinto gli adsense pubblicitari sul suo blog.

ALTRA CORSA - Malvino è caustico: "Col massimo rispetto per chi andrà a votare, penso che le elezioni del 14 ottobre siano una presa per il culo, in premessa. Per un Pd che dev'essere tutto e niente, Veltroni è il meno peggio, lo sanno anche i suoi sfidanti. Cooptazione per acclamazione? Troppo imbarazzante per i dirigenti di Ds e Margherita: meglio imbarazzare i militanti di base e coinvolgere i simpatizzanti. Non andrò a votare. Se andassi, annullerei la scheda scrivendoci sopra: "Vada come deve andare, e Dio ce la mandi buona", mentre Luca Conti di Pandemia ci ricorda che, essendo presidente della federazione dei Verdi di Senigallia, non andrà a votare. E noi potevamo pure ricordarcelo, risparmiandoci di disturbarlo. Justfrank non ci va perché il PD "è il simbolo del fallimento del tentativo di creare una nuova forza di sinistra: non voterò per un partito con una identità timida e confusa, tendente al democristiano. Dovessi votare alle primarie preferirei Veltroni". Suzukimaruti voterà per Veltroni "perché è il politico più moderno che ci sia in Italia"; Mantellini dice: "No, non ci vado perche' non voto comunque per un  partito pieno di cattolici integralisti, se ci andassi votrerei Veltroni con il naso turato". Teresa vota Veltroni "perché sono diessina". Alla diossina. Pietro di Watergate dice "Non andrò alla primarie e non mi recherò al seggio dopo la Santa Messa essendo stato ubicato nella sagrestia della parrocchia nella quale sono stato battezzato. Per non essere indotto in tentazione non andrò nemmeno alla Santa Messa. Perché ho di meglio da fare. Voterei per Rosy Bindi, perché non sopporto le camicie bianche di Mario Adinolfi. Gli manca il capello, i coltelli, la cipolla e può fare un programma di cucina per turisti tedeschi". Dulcis (e sexy) in fundo, Dania è la più propositiva: "Se ci andassi voterei per Paperoga. Non per Confuso, perché non mi sento rappresentata da lui. E pazienza se si vendicherà non venendo a letto con me. Io vedrei bene la candidatura di Rocco Siffredi: ruberemmo il celodurismo a Bossi, le inculate a sangue a Berlusconi, le quote rosa non sarebbero un problema e da lui ti aspetteresti di certo delle cazzate enormi, ma con tanto di centimetro alla mano. Io gli farei da sottosegretaria, ovvero segretaria sotto la scrivania".

DULCIS IN FUNDO -
Tra i giornalettisti, Ciro Ascione non andrà a votare perché tra il PD di domani e la Dc di ieri non vede alcuna differenza. Galatea non andrà a votare. "E se per ipotesi ci andassi, non saprei proprio per chi votare. Ragion per cui non ci vado. Classico ragionamento filosofico del genere 'gatto che si mangia la coda', ne convengo, ma funziona
sempre meglio del modello 'Veltroni che si mangia il bambino', notoriamente poco credibile". Dinophis dice: "No, non andrò a votare. Perchè politicamente sto un pelino più a destra. Ma se per ipotesi andassi, lo farei per protestare. Perchè non ce n'è uno tra i big five che mi convinca e perchè non sopporto il principio dell'euro di contributo. Credo che scriverei sulla scheda, a caratteri cubitali: PERSONALITA' CONFUSA". Merchesa voterà Rosy Bindi "perché è bella ed elegante". Corrini invece dice: "Non ci vado. Naturalmente non perchè "la casta, ommioddio la casta!", ma guardo con estrema  sfiducia al progetto pd(uista) in generale. Dei candidati però voterei la Bindi, ottimo ministro della sanità ai tempi del Prodi-D'Alema.". Marblestone a votare ci andrebbe, "perchè in questo momento mi sembra opportuno supportare la sinistra o centro sinistra o che cavolo è. Sarei tentato per la Bindi giusto per non far vedere che sono tutti con Veltroni e perchè gli altri non mi dicono niente". Ricchiuti gli dà giù di slogan: "Voto come mangio, quindi Adinolfi". Cagnaccio dice: "Non vado perché non credo che la democrazia si limiti a mettere crocette su un nome a scelta fra alcune vecchie e altre nuove facce di LATO B, evento il cui esito è peraltro già ampiamente preventivato e deciso ai tavolini delle segreterie di partito o sindacato. Se per ipotesi andassi a votare, la mia scelta cadrebbe sulla scheda bianca". E last but not least, Loska (casomai dovesse riuscirci, viste le complicazioni sorte dal suo essere studentessa universitaria) si tura il naso anche lei e vota Veltroni, perchè ha bisogno di più leggitimizzazione possibile per non cadere nei ricattucoli dei piccoli partiti (che diverranno piccole correnti ma è la stessa cosa) e perchè le sembra abbastanza furbo e cattivo, malgrado quel che vuol dare a bere ("I care!") e chi ingenuamente ancora lo dipinga come una specie di prete (Roma dice il contrario).

AND THE WINNER IS... - Andando a fare le percentuali (come dicono "quelli importati" questi risultati non sono ovviamente rappresentativi), tra dichiarazioni o quasi di voto, ne esce che Veltroni raccoglie più o meno il 36% (se abbiamo contato giusti i Comicomix), la Bindi arriva al 20%, Adinolfi e Personalitàconfusa toccano quota 8% entrambi e Gavazzoli Schettini un 4%. Significativa la quota astenuti, che tocca il 32%. Insomma, l'unico dato certo di questo esperimento è che fra i blogger, Letta pare non filarselo proprio nessuno!

Edit: se proprio non avete nulla da fare, potete scaricare il podcast della puntata di Doppio Sogno (condotto da Matteo Cavucci) con ospiti due aspiranti giornalisti fra cui, incomprensibilmente, c'è Loska.

Vota questa notizia




post<li>
avviso: a causa dei soliti problemi della piattaforma "Il cannocchiale"
il counter dei commenti potrebbe non essere aggiornato



31 luglio 2007
Al broglio, al broglio

di Gregorj 


on si smentiscono mai, loro, La Casta, il Potere. Quei maledetti politici burocrati attaccati alle poltrone hanno pesantemente sabotato la campagna di raccolta delle firme per Confuso leader del Partito Democratico, facendo così non solo torto a lui ma anche ai più di TRE MILIONI di italiani (due milioni novecentomila sessantasette secondo la prefettura) che avevano firmato per rinnovare davvero il volto del vertice politico. Un plebiscito, confermato da più di 15 milioni di email, 2 miliardi di sms e addirittura due righe sul Messaggero (la sette e la otto). Noi sapevamo che sarebbe andata a finire così, e perciò abbiamo registrato e verificato ogni passo dell'iter di raccolta delle firme. Guardate qui: prima che i dati arrivassero al terminale finale - dopo un casuale passaggio per il Viminale - da Tre milioni sono diventate poco più di trecento!!!


[clicca per ingrandire le prove fotografiche del broglio infame]


LE REAZIONI - E' una vergogna, d'altronde in molti ci avevano detto che gli altri candidati non vedevano di buon occhio la nostra candidatura (velleitaria, l'hanno definita, ed ecco il risultato dei loro biechi e torbidi complotti). Ma noi non ci arrendiamo: Personalità Confusa, raggiunto telefonicamente a Sharm El Sheik dove stava terminando la raccolta delle preferenze, ha commentato "Hanno creato un clima infame, non vale, è un complotto dei poteri forti, e infatti ho già ricevuto un fantastiliardo di email che mi manifestano solidarietà. E' tutto un magna magna, i politici non fanno altro che andare a puttane e drogarsi, chiederemo che le primarie siano annullate e che Veltroni venga deportato in Africa!". Il comitato elettorale, intanto, si interroga su quale potrebbe essere stato l'errore nella strategia che ha portato a un risultato lusinghiero, sì, ma non bastevole. Forse l'aver piazzato un banchetto di raccolta firme nella Route 66, dove di italiani ne passavano pochi ma di Tir invece tantissimi. Oppure l'aver mandato il Confuso a raccogliere firme all'ombra del Colosseo, sfidando Veltroni in casa propria. Forse un'azione troppo provocatoria, che ha scatenato la reazione di un gladiatore, che l'ha preso a spadate in faccia. Oppure ancora l'aver sfidato Papa Ratzinger, o i canguri, o Putin, oppure ancora i terribili pesciaroli napoletani.



STARS FOR CONFUSO - Di certo non c'era alcun errore nel programma elettorale. Che, ricordiamolo, proponeva l'abolizione dell'Ici su tutti i blog, la distruzione di San Marino e l'annessione dell'Italia al Vaticano (o era il contrario?). Ma soprattutto: mezzo link a chiunque firmasse (l'altra metà veniva erogata a elezione avvenuta). Insomma, con un programma così inattaccabile, chi vuoi che ti si metta contro? E infatti molte erano le firme illustri che avevano aderito: Justfrank; Swampthing, che ha rinunciato per una volta ai suoi idoli, gli anarcoinsurrezionalisti; Ray Charles e Stevie Wonder, che però non vedevano dove si metteva la sigla; Parco Mannella, Alinolfo e Rosobindo; la prestigiosa Bancarella popolare di Leuca; Benedetto XVI; Claretta Petacci; Rita Levi Montalcini; Mister X di Comicomix; Iva Zanicchi, Babbo Natale e la Befana; Silvio Berlusconi; Vincenzo Russo (chi cazz'è, direte voi? Noi sappiamo); Jonathan Livingstone con tutti i gabbiani; Angela Padrone, giornalista del Messaggero; Carlo Felice Dalla Pasqua; Karl Marx; Francesco Fullone; occhidaorientale e tanti, tantissimi altri.

NO PASARAN! - E noi continueremo questa lotta, "in Parlamento e nel Paese!", come dicono quelli bravi. Contribuisci alla causa del Confuso, è la tua Patria che te lo chiede. Basta lamentarsi, è il momento di agire: continuate a firmare e far firmare, continuate a scrivere post sul Vero e Unico Candidato dei Bloggers ed esponete questo bannerino di denuncia nei vostri blogs. Insieme possiamo farcela. We care, we trust, we want you e tutto il resto. Personalità Confusa: accattatevillo!



p.s.: ricordiamo che, come era scritto chiaramente nelle righe piccole in cirillico in calce alla petizione, chiunque firmava si impegnava anche a versare un contributo di 500 euro a prescindere dal risultato della raccolta. Siete pregati di invitare vaglia, accrediti e contributi al seguente account Paypal...

Vota questa notizia




post<li>
avviso: a causa dei soliti problemi della piattaforma "Il cannocchiale"
il counter dei commenti potrebbe non essere aggiornato



25 luglio 2007
Qui ci vuole l'uomo forte

di Gregorj 


o sapete tutti: la situazione è grave, ma non seria. E c'è bisogno di scendere in campo. No, non noi. Prima che tutto vada in vacca, per il Partito Democratico - e per l'Italia - ci vuole l'uomo forte. Ci vuole qualcuno fuori dai giochi, ma che sia in grado di sparigliare il tavolo, e sappia apportare il proprio contributo per un paese più libero e più giusto. E ci fermiamo qui soltanto perché abbiamo terminato le frasi fatte.

LA RICHIESTA - E' per questo che abbiamo deciso di chiedere a PersonalitàConfusa di candidarsi alla guida del Partito democratico. Il Confuso ha tutto quello che serve per farcela. Innanzitutto, non ha un volto. E con tutte le facce di merda che si candidano, questo non può che essere un vantaggio. Poi, ha un nickname e non un nome. E con tutti i nomi orrendi che vanno per la maggiore, non possiamo non esserne felici. In più, il Confuso è un blogger e non ha un programma. E quindi nessuno potrà mai dirgli di no, perché questo significherebbe che si è contro i gggiovani, contro il futuro, e contro la Rete che, si sa, è il network che tremare il mondo fa. Indipercui, il Confuso batterà Veltroni con distacco nella corsa. Noi ne siamo sicuri, sicurissimi. E' bastato scambiare due parole con lui per convincercene. Due mesi fa gli abbiamo chiesto: "Confù, tu che ne faresti del tesoretto, i 7,5 miliardi di euro di disavanzo fiscale che il Governo non sa come spendere?". E lui ha risposto: "Voi accreditateli tutti sul mio conto corrente, e io li darò ai gggiovani" (state ridendo? Guardate che qualcuno una cosa del genere l'ha detta davvero). Ecco, cari voi. Come potete dire di no ad una così fine intelligenza politica?

SOSTIENICI - Sperando che il Confuso accetti la nostra proposta - perché noi, con lui, non ci siamo parlati prima di questo post, ve lo giuriamo così come vi giuriamo che stanno già arrivando migliaia di email e sms a sostegno della nostra iniziativa - noi abbiamo deciso di pubblicare fin da ora una petizione on line per raccogliere le 3000 firme necessarie per la sua candidatura entro il 31 luglio . Firmate tutti, ed esponete questo bannerino cretino e dalle dimensioni improbabili che contribuirà a scazzinare il template del vostro blog. E' l'Italia che ve lo chiede. E quando la patria chiama, chi non aderisce alla lotta è un gran fijo de 'na mignotta. E poi, chi vola vale, chi non vola è un vile. Ricordatevene quando entrerete nell'urna elettorale.

Ecco la petizione per portare PersonalitàConfusa nell'alveo dei candidati per il PD, insieme a Veltroni, Letta, Rosy Bindi, Adinolfi, Gavazzoli Schettini e Pannella (?). Corri a firmare! Abbiamo bisogno di 3mila firme entro il 31 luglio! E passaparola anche a tutti i tuoi amici e parenti

PETIZIONE ON LINE - FIRMA QUI E SBRIGATI!

edit:
CONFUSO HA ACCETTATO!

firmate, firmate, firmate!


Copiate questi banner nel vostro blog per sostenere la raccolta firme! Presto!

Banner per i Sostenitori/soci Benemeriti



Banner per i Sostenitori/soci semplici




post<li>
avviso: a causa dei soliti problemi della piattaforma "Il cannocchiale"
il counter dei commenti potrebbe non essere aggiornato






1 visite totali





Post per autori:
Gregorj
Loska
Ag
Dinophis
Ricchiuti
Cagnaccio
Esse Emme
Kuros
Galatea
Cristian Corrini
Prostata
Aioros
Merchesa
Marblestone
Gregorj & Loska
Gregorj & Ag

Avvertenza:

Leggere questo blog almeno
in parte, prima di petare nei
commenti, grazie!












Links

Le nostre pillole
Eio
Stampa rassegnata
Watergate
La voce del padrone (boh...)
PersonalitàConfusa
Il blog di Lia Celi
Daw
Makia
Comicomix
Nome del Blog!
Bolina
Calibano
Pensatoio
Tittyna
Noantri
Sw4n, quello vero
Virtualblog






Powered by FeedBlitz

Blog authority

View blog reactions

Technorati Profile

Add to Technorati Favorites



 [valid rss]

  
 
 BlogItalia.it - La directory italiana dei

     blog
 Antipixel di SocialDust Blog

     Aggregator
 Politics Blog Top Sites

 
 Subscribe in NewsGator Online
 Add to Google


MacchianerAward 2006: Nomination




Creative Commons License



 
[Sfoglia l'archivio - Novembre]
settembre        novembre