Annunci online



31 luglio 2007
Al broglio, al broglio

di Gregorj 


on si smentiscono mai, loro, La Casta, il Potere. Quei maledetti politici burocrati attaccati alle poltrone hanno pesantemente sabotato la campagna di raccolta delle firme per Confuso leader del Partito Democratico, facendo così non solo torto a lui ma anche ai più di TRE MILIONI di italiani (due milioni novecentomila sessantasette secondo la prefettura) che avevano firmato per rinnovare davvero il volto del vertice politico. Un plebiscito, confermato da più di 15 milioni di email, 2 miliardi di sms e addirittura due righe sul Messaggero (la sette e la otto). Noi sapevamo che sarebbe andata a finire così, e perciò abbiamo registrato e verificato ogni passo dell'iter di raccolta delle firme. Guardate qui: prima che i dati arrivassero al terminale finale - dopo un casuale passaggio per il Viminale - da Tre milioni sono diventate poco più di trecento!!!


[clicca per ingrandire le prove fotografiche del broglio infame]


LE REAZIONI - E' una vergogna, d'altronde in molti ci avevano detto che gli altri candidati non vedevano di buon occhio la nostra candidatura (velleitaria, l'hanno definita, ed ecco il risultato dei loro biechi e torbidi complotti). Ma noi non ci arrendiamo: Personalità Confusa, raggiunto telefonicamente a Sharm El Sheik dove stava terminando la raccolta delle preferenze, ha commentato "Hanno creato un clima infame, non vale, è un complotto dei poteri forti, e infatti ho già ricevuto un fantastiliardo di email che mi manifestano solidarietà. E' tutto un magna magna, i politici non fanno altro che andare a puttane e drogarsi, chiederemo che le primarie siano annullate e che Veltroni venga deportato in Africa!". Il comitato elettorale, intanto, si interroga su quale potrebbe essere stato l'errore nella strategia che ha portato a un risultato lusinghiero, sì, ma non bastevole. Forse l'aver piazzato un banchetto di raccolta firme nella Route 66, dove di italiani ne passavano pochi ma di Tir invece tantissimi. Oppure l'aver mandato il Confuso a raccogliere firme all'ombra del Colosseo, sfidando Veltroni in casa propria. Forse un'azione troppo provocatoria, che ha scatenato la reazione di un gladiatore, che l'ha preso a spadate in faccia. Oppure ancora l'aver sfidato Papa Ratzinger, o i canguri, o Putin, oppure ancora i terribili pesciaroli napoletani.



STARS FOR CONFUSO - Di certo non c'era alcun errore nel programma elettorale. Che, ricordiamolo, proponeva l'abolizione dell'Ici su tutti i blog, la distruzione di San Marino e l'annessione dell'Italia al Vaticano (o era il contrario?). Ma soprattutto: mezzo link a chiunque firmasse (l'altra metà veniva erogata a elezione avvenuta). Insomma, con un programma così inattaccabile, chi vuoi che ti si metta contro? E infatti molte erano le firme illustri che avevano aderito: Justfrank; Swampthing, che ha rinunciato per una volta ai suoi idoli, gli anarcoinsurrezionalisti; Ray Charles e Stevie Wonder, che però non vedevano dove si metteva la sigla; Parco Mannella, Alinolfo e Rosobindo; la prestigiosa Bancarella popolare di Leuca; Benedetto XVI; Claretta Petacci; Rita Levi Montalcini; Mister X di Comicomix; Iva Zanicchi, Babbo Natale e la Befana; Silvio Berlusconi; Vincenzo Russo (chi cazz'è, direte voi? Noi sappiamo); Jonathan Livingstone con tutti i gabbiani; Angela Padrone, giornalista del Messaggero; Carlo Felice Dalla Pasqua; Karl Marx; Francesco Fullone; occhidaorientale e tanti, tantissimi altri.

NO PASARAN! - E noi continueremo questa lotta, "in Parlamento e nel Paese!", come dicono quelli bravi. Contribuisci alla causa del Confuso, è la tua Patria che te lo chiede. Basta lamentarsi, è il momento di agire: continuate a firmare e far firmare, continuate a scrivere post sul Vero e Unico Candidato dei Bloggers ed esponete questo bannerino di denuncia nei vostri blogs. Insieme possiamo farcela. We care, we trust, we want you e tutto il resto. Personalità Confusa: accattatevillo!



p.s.: ricordiamo che, come era scritto chiaramente nelle righe piccole in cirillico in calce alla petizione, chiunque firmava si impegnava anche a versare un contributo di 500 euro a prescindere dal risultato della raccolta. Siete pregati di invitare vaglia, accrediti e contributi al seguente account Paypal...

Vota questa notizia




post<li>
avviso: a causa dei soliti problemi della piattaforma "Il cannocchiale"
il counter dei commenti potrebbe non essere aggiornato



31 luglio 2007
Chiesa virtuale, obolo reale?

di Esse Emme 


telepredicatori? Roba del passato. I gesuiti sono pronti a sbarcare su Second Life per una nuova ondata di conversione. In un mondo virtuale in piena crisi dove istituzioni, politici e corporazioni si ritirano dai loro investimenti con tanto di cartelli “chiuso per fallimento” come nella grande crisi degli anni '30, la Chiesa cattolica romana è pronta a intervenire.  

PREGHIERE 2.0 - Molte le domande che ci poniamo: saranno solo italiani e cercheranno quei 50 mila sparuti avatar della nostra penisola (di cui si stima in poche centinaia il numero di residenti reali)? Si organizzeranno per lingua? Chiederanno a qualche stilista di disegnare gli abiti talari o andranno in giro in incognito? Per il momento la sola notizia che è trapelata viene da Civiltà Cattolica che hanno dichiarato in un comunicato stampa di avere tutte le intenzioni di sbarcare sul mondo virtuale tridimensionale della Linden Lab. Second Life – ne abbiamo già parlato – si caratterizza per due principali connotati: figlio di internet ne riprende i pregi/difetti (dispersivo, sovraffollato nelle informazioni, e con numerosi ammiccamenti al mercato del sesso), e completamente privo di scopo (a differenza dei giochi di ruolo on line). La presenza dei gesuiti si dovrebbe proprio collocare nel tentativo di dare uno scopo ai residenti (pentirsi e convertirsi, partecipare alle messe magari dette in latino viste le indicazioni di Benedetto XVI), e di condannare il sesso e le persioni che fanno di SL il vero successo in termini di mercato.

OBOLO VIRTUALE - Ecco che ci sorge un dubbio: vista la completa convertibilità del dollaro linden (la moneta locale) con i dollari americani potrebbe avere a che fare con l'idea di aumentare la capacità di ricevere donazioni? Se davvero per organizzare la discesa nel mondo virtuale di un gruppo di sacerdoti c'è bisogno di un investimento economico non indifferente (comprare spazi per le chiese, farle costruire, arredarle, comprare vestiti, ...), l'idea è di poter rientrare della spesa iniziale e guadagnarci sopra. Dettaglio non da poco, anche se già godono di vari benefici a livello fiscale, è che tutte le entrate di Second Life sono esentasse. Magari qualche “escort di alto bordo” vorrà donare alla chiesa, dopo essersi pentita del suo operato, parte dei suoi guadagni, e l'obolo davanti alla chiesa virtuale raccoglierà abbastanza denaro per poter sovvenzionare qualche bella missioncina in Africa per un progetto anti diffusione HIV (leggi: bandire i preservativi dalla regione e predicare l'astinenza). Ce li immaginiamo questi frati in saio urlare “pentitevi” di fronte ai tanti sexyshop o bordelli virtuali, picchettare i casinò per poi – perchè no? - partire in una bella fiaccolata con madonna tridimensionale per il quartiere Parioli.

Vota questa notizia




post<li>
avviso: a causa dei soliti problemi della piattaforma "Il cannocchiale"
il counter dei commenti potrebbe non essere aggiornato



31 luglio 2007
Appuntamento col sentimento

di Ricchiuti 


ichela Murgia chi ? Maddai. Adinolfi è uno stato d’animo. Uno stato d’animo (di duecento kg), sissignori. Niente d’insolito che a descriverlo occorresse una narratrice di pari peso. Ho visto la Murgia, la presidentessa de no antri, sarda, chiatta, logorroica. “Al momento preferisco l'etica alla matematica”, sarà su questo che contiamo noi adinolfiani, meglio non contarci troppo. Non siate troppo superficiali e spicci nel giudicarla, è una donna come dire matura anche se, e la follia di provarci con Adinolfi lo dimostra, non troppo cresciuta.

Arriviamo a un compromesso e chiamiamola semplicemente Bella d’annata. Lavorando al call center, il telefono non le ha allungato la vita ma le ha certo allungato lo stipendio. Call center, il telefono –non- allunga la vita, in questo caso, rispondendo alla chiamata di Marione, facendo il giro largo le si è allungato pure il girovita.



Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Michela Murgia Mario Adinolfi

permalink | inviato da giornalettismo il 31/7/2007 alle 9:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa

post<li>
avviso: a causa dei soliti problemi della piattaforma "Il cannocchiale"
il counter dei commenti potrebbe non essere aggiornato






1 visite totali





Post per autori:
Gregorj
Loska
Ag
Dinophis
Ricchiuti
Cagnaccio
Esse Emme
Kuros
Galatea
Cristian Corrini
Prostata
Aioros
Merchesa
Marblestone
Gregorj & Loska
Gregorj & Ag

Avvertenza:

Leggere questo blog almeno
in parte, prima di petare nei
commenti, grazie!












Links

Le nostre pillole
Eio
Stampa rassegnata
Watergate
La voce del padrone (boh...)
PersonalitàConfusa
Il blog di Lia Celi
Daw
Makia
Comicomix
Nome del Blog!
Bolina
Calibano
Pensatoio
Tittyna
Noantri
Sw4n, quello vero
Virtualblog






Powered by FeedBlitz

Blog authority

View blog reactions

Technorati Profile

Add to Technorati Favorites



 [valid rss]

  
 
 BlogItalia.it - La directory italiana dei

     blog
 Antipixel di SocialDust Blog

     Aggregator
 Politics Blog Top Sites

 
 Subscribe in NewsGator Online
 Add to Google


MacchianerAward 2006: Nomination




Creative Commons License



 
[Sfoglia l'archivio - Novembre]
giugno   <<  1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10  >>   agosto