Blog: http://giornalettismo.ilcannocchiale.it

Piccoli Volontè crescono

Un grande Profeta, in qualsiasi tempo veda la luce, avrà sempre a che fare con biechi individui che ne vogliano fermare la Parola e, al contrario, govani intelligenti virgulti pronti a supportarne l'agire in virtù del Bene Supremo, nonchè dell'Unica e Inimitabile Verità Assoluta. Poteva forse Luca Volontè sfuggire a questo ciclo mistico? Certo che no, ed ecco a voi il suo - probabile - successore: Piero Siffi, Presidente della Lega Cattolica Antidiffamazione, che in un lunghissimo (come definirlo altrimenti?) "articolo" ha duramente attaccato Paolo Pedercini di Molleindustria per le sue divagazioni circa l'ormai celebre vicenda di Operazione: Pretofilia (che trovate online qui).

"Paolo punta alla delegittimazione della persona – ieri Volontè, oggi io – con lo scherno, liquidandoci come 'quattro dementi che si atteggiano a difensori della reputazione della comunità cattolica' - dice Siffi - Non vorrei che citandomi in continuazione rendesse solo più agevole il gesto di qualche esagitato". Una confutazione delle accuse di oscurantismo che assolutamente non lascia spazio a repliche, soprattutto quando si sublima nella frase "a furia di indicare 'l'epicentro di questi casi mediatici' in una persona in particolare arrivi poi il fanatico a gambizzarla". Un rischio inquietante, un agire che sicuramente la Lega Anti
Diffamazione Cattolica depreca, tanto che a corredo di questo articolo c'è una bella foto del Pedercini, affinchè, se a qualcuno venisse la curiosità di vederlo nell'orrendo fuoco della famosa pira, almeno sappia che faccia cercare. Ma torniamo al Siffi, che non contento di quanto già scritto continua addirittura,  dicendo che "Pedercini parla di 'revival oscurantista', come se si trattasse di un festival del film horror. È troppo facile tacciare di oscurantismo la Chiesa, quando chiede rispetto e difende le proprie convinzioni". Verrebbe da chiedersi quali sarebbero, le convinzioni. Ricordiamo - perché qui, con tutte queste considerazioni apocalittiche rischiamo di dimenticarcelo - stiamo parlando di un gioco satirico basato su un fatto di cronaca: se ne dedurrebbe che le convinzioni qui difese sono quelle dei preti pedofili rappresentati, ma questa è sicuramente una sporca ricostruzione laicista che poco c'entra col discorso.

Mentre molto ci azzecca l'ultima parte della lettera dell'apostolo Siffi, parte che peraltro determina senza mezzi termini l'assoluta superiorità dei Cattolici in generale e di Siffi in particolare rispetto al resto del mondo, notoriamente non in grado di argomentare. Ecco come Siffi spiega il motivo per cui la Lega Anti Diffamazione Cattolica ha fatto censurare il gioco Operazione: Pretofilia e, quindi, perchè l'accusa di oscurantismo e censura mossa dal mondo dell'informazione sia ingiusta: "mi piacerebbe chiedere a Paolo se nella sua fiera resistenza all’oscurantismo [...] non vorrebbe anche dare dimostrazione di vera imparzialità, onorando anche l’Islam di un simpatico videogioco – Operation: PedoHimam - che abbia come argomento i casi di stupri che si compiono nelle madrasse, e facendo credere che tutti gli himam islamici sono pedofili". Come dite? Bestie ignoranti, perfidi laici, tipi loschi che giocano a nascondino sotto i lampioni illuminati che non siete altro! Siete dei vigliacchetti, voi che ve la prendete con i cattolici e non con i musulmani. Lì da loro, non permetterebbero mica tutta questa libertà di espressione che c'è qui in occidente. E, sapete, sembra quasi - ma è soltanto un'impressione - che Siffi questo lo dica con una punta d'invidia

Edit fondamentale: si ringrazia Gateo per la segnalazione!!!

Vota questa notizia

Pubblicato il 17/7/2007 alle 8.50 nella rubrica Loska.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web