Blog: http://giornalettismo.ilcannocchiale.it

Appuntamento col sentimento

ughini ha ragione. Giampiero Mughini che di solito si esibisce a Controcampo perché ormai, espulso dalla stampa, “pezzi di merda”, di quell’altra merda campa, ha perfettamente ragione. Da educato e sportivo commensale alla locanda del bar dello sport, incredibile a dirsi visto e considerato che da quelle parti come convitato puoi ritrovarti l’antitesi di sportività ed educazione ovverosia Paolo Liguori, ha riconosciuto torti e meriti allo Juve-Roma di domenica. I torti son tutti da ascrivere alla Juve di quest’anno, mediocre e proletaria antagonista non protagonista, i meriti alla Roma. E ne ha ben donde la squadra di Spalletti, giunta sulle orme del bel gioco e della bella gente in tribuna vip, da Rosella a quanto faccia senso Sensi, a quanto di fatto si renda indistinguibili, quando salta per la gioia al doppio kick del signor Blasi, zigomi dai seni, l’altra ex laziale romanista, veltroniana e dunque pure ex di sinistra (la Cattaneo).

Insomma, quello di domenica è stato un episodio fortunello e a nulla valgono i rigori non dati alla Giuve. Per non parlare di quanto valgano quelli visti (oops) e per giunta, il massimo dell’incoscienza nella nuova era, dati. Quella, la Roma, è superiore a tutti, parola di Mughini, come mai nella sua storia si presenta superiore per qualità di gioco e di bellezza alla Juventus. Non c’è da sperare nulla per la Vecchia Signora. Speriamo soltanto, per il trentesimo come avvenne del ventesimo, nella Grazia della, e nelle mille grazie alla, signorina Lecce.

Pubblicato il 28/9/2007 alle 8.56 nella rubrica Ricchiuti.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web